Apprendo con immensa emozione e soddisfazione che martedì 18 maggio si riunirà un gruppo di lavoro in seno alla Commissione Parlamentare Antimafia che avrà il compito di svolgere un'inchiesta autonoma sul caso relativo all'omicidio del Sindaco Angelo Vassallo, noto come il Sindaco Pescatore. Il Sindaco Angelo Vassallo, ricordiamolo, fu ucciso con nove colpi di pistola, nella specie una Tanfoglio 9×21, la sera del 5 settembre 2010 a Pollica, a pochi passi dalla sua abitazione; ad oggi mandanti ed esecutori risultano ancora ignoti, è ancora tutto avvolto nel mistero, nonostante ci siano gravi e precisi indizi. Ecco perché l'istituzione di un gruppo di lavoro in seno alla Commissione Antimafia va accolta con un plauso e non posso che augurare agli addetti ai lavori di raggiungere dei risultati illuminanti, tali da indicare la via della Verità che consentirà di rendere Giustizia al compianto Sindaco. Per chi come me si prodiga da anni, attraverso un impegno serio, concreto, talvolta necessariamente silenzioso, questa notizia rappresenta una soddisfazione notevole, accompagnata da una profonda commozione, perché quando ti occupi del caso Angelo Vassallo succede che poi Angelo diventa parte della tua vita, così come quando ti occupi di Aldo Moro, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Marcello Torre, Peppino Impastato, Renata Fonte.

Angelo, in particolar modo, mi ha accompagnato costantemente negli ultimi anni e continuerò a seguire il suo caso con la stessa costanza, serietà e sempre con lo stesso rispetto per la sua memoria. Quando parlo di rispetto per la memoria di Angelo Vassallo, intendo dire che non accetto che Angelo sia oggetto di bagarre tra partiti, sia oggetto di marketing, sia strumentalizzato da mezze soubrettine che, non essendo riuscite per incapacità a sbarcare il lunario, usano l'immagine di Angelo per sponsorizzare le loro attività che nulla hanno a che vedere con la figura e la storia di Angelo. Il sindaco Pescatore non faceva l'impresario o il manager, faceva il Sindaco, era una persona seria, lavorava in silenzio ponendosi al servizio della sua comunità e da lui ho imparato e sto imparando ancora tanto. Prendo, pertanto, nettamente le distanze da chiunque usi la figura di Angelo Vassallo per farne proprio strumento, seguirò come sempre il mio percorso in memoria di Angelo secondo il mio modus operandi, lontana da certi ambienti e da certi personaggi. Concludo facendo i miei più sentiti auguri di buon lavoro al costituendo gruppo di lavoro della Commissione Parlamentare Antimafia. Buon cammino!

 

Avv. Loredana Gargiulo, Commissario cittadino della Democrazia Cristiana per la città di Ercolano

 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok